Il nostro sito utilizza i cookies - alcuni sono essenziali al funzionamento del sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza utente. Utilizzando questo sito, state consentendo l'uso di questi cookie. Per ottenere maggiori informazioni, vi preghiamo di leggere la nostra informativa sulla privacy.


Our site uses cookies – some are essential to make the site work; others help us improve the user experience. By using the site, you consent to the use of these cookies. To learn more about cookies, please read our privacy statement.

contentmap_plugin

La spiaggia di Marianelli è una spiaggia isolata, selvaggia e incontaminata, immersa all'interno della Riserva Naturale Orientata Oasi di Vendicari, si trova nella zona nord della riserva tra la spiaggia di Eloro e Calamosche.

Presenza Associazioni NaturisteAdatto a tuttiicona difficolta 1bnicon nude friendlyParcheggio a pagamento

IN BREVE

La spiaggia, inserita tra limoneti, mandorleti e dune di sabbia arricchite da una flora mediterranea unica nel suo genere, presenta un litorale sabbioso e un fondale basso con acque limpide e tiepide. Essendo appartata e selvaggia è il luogo preferito dagli amanti della tranquillità.La spiaggia è frequentata sia dai tradizionali bagnanti che dai naturisti che ne sono stati i primi frequentatori. Un luogo prezioso ed incontaminato, che tutti devono contribuire a preservare e rispettare.
Per tale ragione preghiamo tutti i frequentatori non solo di portare via i propri rifiuti, ma anche di raccogliere eventuali oggetti trasportati dal mare o abbandonati da altre persone, per aiutarci a preservare questo luogo.

INFORMAZIONI PER NATURISTI

Spesso sono presenti (in particolare nei weekend) rappresentanti dell'associazione naturista locale (UNS - Unione Naturisti Siciliani) e di altre associazioni federate INF-FNI.

Accessibilità: Accessibile tutto l'anno. La spiaggia è abbastanza semplice da raggiungere (circa 10-15 minuti a piedi). Se avete con voi dei bambini, vi suggeriamo di proteggerli dal sole.

Fruizione in nudità: E' possibile praticare naturismo tutto l'anno.

Animali domestici: Non è possibile introdurre animali domestici (regolamentazione della riserva naturale). Se viaggiate con animali vi suggeriamo di contattarci per consigli. 

Tipologia di ospiti: Normalmente frequentata da famiglie con bambini. (vi raccomandiamo di portare ombrelloni e acqua)

Regolamentazione: Questo luogo non è ancora ufficialmente riconosciuto da ordinanza comunale. Ricordatevi che troverete un ambiente nude-friendly, dove è consuetudine la serena convivenza di persone non-naturiste e di naturisti (la cui presenza è riconosciuta nello stesso sito web dell'oasi naturale).

Telecomunicazioni: L'area è servita dai principali operatori telefonici sia per il servizio voce che per il servizio dati.

Servizi di ristorazione: Non ci sono servizi di ristorazione. Nel periodo estivo l'Agriturismo "Marianeddi" svolge attività di bar e ristorante. Vi suggeriamo di portare con voi autonomamente cibo e bevande.

In attesa che la spiaggia sia regolamentata, chi frequenta questo luogo, fa tutto il possibile per contrastare comportamenti ed atteggiamenti che possano turbare l'atmosfera amichevole e familiare. Preghiamo tutti i visitatori di aiutarci a dissuadere quelle (poche) persone che arrivano in questo posto illudendosi di trovare altro rispetto al Naturismo. (UNS - Unione Naturisti Siciliani)

DOVE PARCHEGGIARE

E' possibile lasciare l'auto alla fine della strada sterrata di entrambi gli ingressi.

Ingresso "Marianeddi": Parcheggio consigliato da novembre a maggio (gratuito). In estate il parcheggio prevede una consumazione obbligatoria che vi sarà chiesto di pagare al vostro arrivo.

Ingresso "Eloro": Da autunno a primavera, l'unica possibilità è di lasciare l'auto in strada, ma lo spazio disponibile è molto limitato. In estate alcuni terreni vengono trasformati in parcheggi a pagamento. 

COME ARRIVARE

Coordinate GPS:
Decimali=36.834139, 15.106078
Gradi=36°834’139”N, 15°106’078”E

La Spiaggia di Marianelli è accessibile da due ingressi della Riserva che si trovano sulla SP19, la strada provinciale che va da Noto a Pachino. 

Dovrete percorrere un stratto di strata sterrata, non molto larga. Per tale ragione vi consigliamo di valutare con attenzione se pensate di arrivare in camper (alcune persone lo fanno, ma può non essere comodo per tutti)

L'ingresso più vicino si raggiunge inserendo sul navigatore "Azienda Agricola Marianeddi", dopo aver lasciato l'auto nel parcheggio percorrete a piedi il sentiero verso il mare, e arriverete direttamente alla spiaggia di "Marianelli".

Posizione Google Maps (Azienda Agricola Marianeddi) 

In alternativa potete inserire sul navigatore "Spiaggia di Eloro" arriverete all'ingresso nord della riserva. Qui potete lasciare l'auto, percorrere a piedi il sentiero che vi condurrà alla spiaggia di "Eloro", dovrete quindi percorrete tutto il litorale verso destra arrivando alla fine della spiaggia, attraversare il basso  promontorio roccioso nei pressi della foce del fiume Tèllaro, ed accederete alla spiaggia di "Marianelli".

Posizione Google Maps (Ingresso Eloro) 

STORIA DEL LUOGO

La riserva naturale orientata “Oasi Faunistica di Vendicari” è stata istituita nel 1984 dalla Regione Siciliana. Si trova precisamente tra Noto e Pachino (provincia di Siracusa) con un territorio che si estende per circa 1512 ettari.

All’interno della riserva, vive indisturbato un intero ecosistema. Frequentemente vi ritroverete davanti a paesaggi mozzafiato, vegetazione fitta che si apre improvvisamente a un mare cristallino, a spiagge lunghissime e dorate, che in poche centinaia di metri diventano rocce a strapiombo su un mare profondo. Dai capanni di osservazione potrete ammirare Fenicotteri, Aironi, Cicogne che sostano qui prima di raggiungere le mete migratorie definitive.

La storia della riserva ha però origine molto più antiche. Diverse sono le testimonianze archeologiche ed architettoniche dell’insediamento dell’uomo fin dall’epoca greca.

Età Ennelistica
A sud di Eloro, poco distante dalla spiaggia di Marianelli, sono presenti alcune latomie (cave di pietra) del V sec a.C. utilizzate nell’antica città greca di Eloro per la costruzione di templi e monumenti. Poco distante dalla Torre Sveva, in riva al mare, sono presenti delle vasche per la lavorazione del tonno, accanto alle quali si è scoperta anche una piccola necropoli. All’interno della riserva è visibile anche un tratto dell’antica via elorina, strada di collegamento tra la colonia di Eloro e Siracusa.

Età Bizantina
Il complesso di età bizantina si trova nella parte sud di Vendicari, denominata oggi “Cittadella dei Maccari”. In questo sito si può ammirare La Trigona: una Cuba bizantina, che come tutte le chiese dell’epoca, è a pianta quadra con tre absidi, una cupola superiore e un’apertura a oriente in modo tale che, come tradizione, la luce della luna piena entrasse nell’edificio dando inizio alla santa Pasqua. A Poca distanza dalla Cuba bizantina vi sono diverse catacombe risalenti allo stesso periodo ed alcuni resti di abitazioni, segno di un’area densamente popolata.

Età medievale
Di questo periodo è la più bella e visitata costruzione della Riserva: La Torre Sveva, costruita probabilmente da Pietro d’Aragona, conte di Alburquerque e duca di Noto (1406-1438).
Questa fortificazione fu necessaria per segnalare e respingere gli attacchi dei pirati Saraceni e Barbareschi, che con le loro continue scorribande saccheggiavano sistematicamente centri abitati e campagne dell’isola. Nel corso dei secoli la struttura venne rinforzata e rimaneggiata, fino ad assumere la forma attuale. La Torre Sveva fu utilizzata fino al XIX secolo, anno di invenzione del telegrafo che rese obsoleti questi sistemi di difesa.

Età moderna
Di “recente” costruzione, ma non per questo meno affascinate, è la Tonnara di Vendicari: detta anche "Bafutu", venne costruita nel Settecento in seguito al grande incremento che in Sicilia si era avuto nella concessione di tonnare. L’attività della Tonnara è stata facilitata dalla presenza delle saline, le prime risalenti già in epoca greca. Alternando periodi floridi a periodi di chiusura, la tonnara fu completamente ristrutturata nel 1914, grazie al supporto economico di Antonino Modica Munafò, nobile di Avola. Nel 1943, dopo lo sbarco degli alleati, anche per un’insufficiente resa economica del commercio del tonno, la tonnara ha definitivamente cessato la sua attività. Oggi rimane una testimonianza unica e affascinante dell’antica tradizione siciliana della pesca e della lavorazione del tonno.

UNS CONSIGLIA:

Cosa vedere: Tutto il territorio di questa parte dell'isola è pieno di storia ed angoli affascinanti alla base della cultura e della storia siciliana. Se visitate la zona per poco tempo vi consigliamo di dedicare qualche ora a visitare la città di Noto (considerata la capitale del "Barocco siciliano" e fare un salto al tramonto per visitare Marzamemi (e la sua bellissima tonnara). Se avete qualche giorno di tempo in più, non potete perdervi di visitare anche Siracusa (in particolare il Teatro Greco e la splendida isola di Ortigia), Modica (con le sue chiese e i suoi palazzi), Palazzolo Acreide (in particolare l'area archeologica di Akrai), oltre ovviamente a tutti i siti all'interno della stessa Oasi di Vendicari.

Dove e cosa mangiare (e bere): La differenza culturale e territoriale vi consentirà di gustare sia prodotti legati al mare che radicati alle tradizioni dell'allevamento e coltivazione nell'entroterra. Nello stesso modo troverete vini diversi con aromi e sapori unici che esalteranno i piatti che gusterete. Per introdurvi in questo mondo vi possiamo accennare che famosa a Modica è la cioccolata, introdotta durante la dominazione spagnola nel XVI secolo e la cui particolare lavorazione "a freddo" deriva dagli Aztechi. L'elevato numero di tonnare sulla costa ha consentito la creazione di particolari specialità a base di pesce (squisita è la caponata di tonno), da non dimenticare che in questo territorio sono famose le mandorle di Noto e i pomodori coltivati nel territorio di Pachino. Tra i vini, i più famosi ed aromatici sono certamente il "Nero d'Avola" e il "Cerasuolo di Vittoria".

Vi consigliamo l'Agriturismo "Terra di  Pace" (convenzionato INF/FNI) che oltre ad alcune camere da letto ben curate offre buone degustazioni di prodoti locali.

Suggeriamo a tutti di provare una delle ottime osterie segnalate da SlowFood®  sempre attente al recupero dei prodotti e delle tradizioni locali.

 


Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Elenco convenzioni

Elenco Luoghi