Il nostro sito utilizza i cookies - alcuni sono essenziali al funzionamento del sito, altri ci aiutano a migliorare l'esperienza utente. Utilizzando questo sito, state consentendo l'uso di questi cookie. Per ottenere maggiori informazioni, vi preghiamo di leggere la nostra informativa sulla privacy.


Our site uses cookies – some are essential to make the site work; others help us improve the user experience. By using the site, you consent to the use of these cookies. To learn more about cookies, please read our privacy statement.

19/07/2016 - Comunicato Stampa a supporto dell'attività di Interrogazione Parlamentare svolta dall'On. Lacquaniti a sostegno della causa naturista. 

 

 logoTEST UNS

Comunicato Stampa

Supporto all'Interrogazione Parlamentare On. Lacquaniti

 

 

Data, 19/07/2016

L’UNS - Unione Naturisti Siciliani ha partecipato, insieme ad altre associazioni affiliate a FENAIT, all’invio di un documento indirizzato al Ministro della Giustizia e alla Presidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati.

Questo documento redatto dall’ANAB (Associazione Naturista Abruzzese) su suggerimento dell’onorevole Lacquaniti ha lo scopo di sollecitare il ministro a rispondere all’interrogazione inviatagli dall’onorevole di cui sopra in relazione alle modalità in cui la famosa depenalizzazione degli atti contrari alla pubblica decenza possa influenzare la vita di noi naturisti.

Ricordo che l’Onorevole Lacquaniti ha depositato un disegno di legge per il riconoscimento del naturismo e sta continuando ad interessarsi alla nostra causa.

Il documento è stato firmato dai presidenti delle associazioni aderenti, e ogni firma rappresenta il numero di soci di ogni associazione.

Tutte le associazione che hanno partecipato all’iniziativa non sono inserite all’interno di strutture naturiste private e non hanno alcun interesse economico collegato al naturismo, ma vogliono semplicemente sostenere e rappresentare i propri soci, affinchè possano essere liberi di vivere il proprio stile di vita senza nuocere a nessuno. 

L’UNS ringrazia tutti i soci che con il loro tesseramento hanno partecipato in maniera anonima, ma significativa, a far arrivare la nostra voce all’interno del parlamento italiano.

E’ chiaro che se avessimo dalla nostra parte anche quella grossa fetta di naturisti che hanno deciso di non far parte del naturismo organizzato italiano, avremmo ben altri numeri e la voce delle associazioni risuonerebbe in maniera più incisiva, a vantaggio del naturismo Italiano e quindi di tutti.